cosa vedere in Umbria

COSA VEDERE IN UMBRIA: CUORE VERDE D’ITALIA

Vuoi sapere cosa vedere in Umbria? Allora seguici in questo viaggio attraverso una regione italiana unica e ricca di paesaggi naturali incantevoli.

Tra poco scoprirai cosa vedere in Umbria

Si potrebbe erroneamente pensare che l’Umbria fra tutte le regioni italiane sia un pochino la più sfortunata.

Ad alcuni può sembrare strano che una regione lontana dal mare e dai monti sia ricca di attrattive. Ma si sbagliano di grosso.

E’ giunto il momento di ricordarti quei luoghi famosissimi in tutto il mondo che hanno reso l’Umbria una regione unica e indimenticabile.

Ma soprattutto ti sveleremo qualche luogo segreto, lontano dalle rotte del turismo di massa.

Siamo sicuri che riusciremo a stupirti.

Cosa vedere in Umbria a iniziare da Perugia

Iniziamo a parlare del territorio umbro partendo dalla città più celebre e cioè Perugia.

Il suo è un ritmo da piccolo borgo, ma non dimenticare che stiamo parlando di una città ricca di tesori artistici.

A iniziare dalla Fontana Maggiore, vero e proprio simbolo della città.

Ma c’è anche il Pozzo Etrusco da vedere. E’ profondo 37metri e percorribile tutto, fino al punto più profondo, grazie ad un particolare sistema di scale.

Oppure potremmo prenderti per la gola e portarti alla scoperta di Norcia.

Ti troverai in un borgo medioevale di grande atmosfera, ma al contempo famosissimo per i salumi e il buon cibo. Qui sembra che il tempo si sia fermato.

Il turismo religioso pone Assisi tra le mete più ambite. E’ un fulcro artistico, ma la cittadina è nota per le chiese dedicate a San Francesco. Alla vita del santo che ha lasciato le ricchezze per un’esistenza all’insegna della povertà e dell’aiuto dei bisognosi.

Ma c’è anche il lato verde della regione. Qui la natura ha fatto del suo meglio. Varrebbe la pena di visitare l’Umbria anche solo per godersi il grandioso spettacolo della Cascata Delle Marmore.

L’Umbria che non ti aspetti

Ma se, nonostante tutto quello che ti abbiamo detto finora, ancora vedi questa regione solo come la patria di Don Matteo e della sua bicicletta, ora ti daremo altri spunti per visitarla.

La scarzuola di Tomaso Buzzi

Questa straordinaria struttura architettonica sembra appena uscita da un dipinto di De Chirico, invece è tangibile e reale.

Non è altro che l’idea utopica di un architetto, che ha deciso di cimentarsi nella progettazione di una città ideale.

Questo è un luogo magico, fatto di tanti teatri che sembrano arrampicarsi l’uno sull’altro tramite scale, passaggi e torri.

Impossibile non rimanerne affascinati, anche se l’opera è rimasta incompiuta.

La calamita cosmica

Opera compiuta in gran segreto alla fine degli anni ottanta, dopo essere stata ospitata nei più grandi musei del mondo è approdata nella piccola ex chiesetta (ora polo museale) della Santissima Trinità a Foligno.

Questa opera lunga 24 metri, riproduce perfettamente uno scheletro umano che al posto del naso però presenta un lungo becco ricurvo.

Lo scheletro, che risulta sdraiato sulla schiena, tiene in equilibrio sull’ultima falange del dito medio un asta di ferro, la calamita appunto.

L’idea dell’artista è di rappresentare simbolicamente il punto di connessione fra l’universo e l’uomo.

Cosa vedere in Umbria: il Parco delle Sculture di Brufa

Lungo il versante della collina di Brufa viene ospitata una gigantesca mostra permanente di sculture all’aria aperta.

Ogni anno un artista diverso viene invitato ad installare le sue opere in questo luogo così che arte, paesaggio e territorio si fondano in un unico grande progetto artistico.

E’ proprio l’artista stesso a decidere in quale punto installare la sue opere, così da rendere ancora più significativa la volontà di creare un unico percorso.

E il turista può perdersi fra sculture moderne e paesaggi rurali.

Esistono davvero pochi luoghi al mondo che permettono un’esperienza di questo tipo, un’immersione davvero totale nella natura e nell’arte.

La fioritura della lenticchie a Castelluccio di Norcia

Uno spettacolo davvero indimenticabile, se vi trovate in Umbria fra Maggio e Luglio.

Impossibile non fermarsi ad ammirare la meravigliosa fioritura delle piante di lenticchie a Castelluccio di Norcia.

Grazie allo sbocciare di migliaia di fiori, il paesaggio si trasforma e la monotonia del verde lascia il posto ad un tripudio di colori che vanno dal rosso al giallo ocra, dal bianco al violetto.

Riempie il cuore e gli occhi vedere la fioritura di queste piante, uno spettacolo assolutamente unico nel suo genere.

Il teatro della Concordia

Per chi non lo sapesse anche l’architettura del teatro ha delle sue regole peculiari.

In particolare per venire definito “teatro all’italiana” deve presentare alcune caratteristiche quali un palco in legno centrale, una pianta a campana. E altre caratteristiche che rendono particolarmente efficace l’acustica al suo interno.

Tutto ciò è racchiuso nel Teatro della Concordia in provincia di Perugia. Si tratta di un edificio di piccole dimensioni.

Infatti è conosciuto anche come” il teatro più piccolo del mondo”.

Presenta tutte le caratteristiche di un vero e proprio teatro ma in una versione in miniatura. La sala comprende solamente 99 poltroncine e in tutto l’intera struttura non supera i 200metri quadri.

I costruttori sono riusciti comunque a farci stare oltre al palco e alla platea, anche i servizi, due camerini e uno spazio espositivo.

E, come dissero i fondatori di questo gioiellino, ”La civiltà non si misura a metri quadri e cubatura”.

Ora hai diversi spunti da sviluppare nel tuo viaggio. Avrai molto da vedere in Umbria e speriamo di averti incuriosito.

Se però dovessi aver bisogno di un motivo in più, ti ricordiamo che a Perugia si organizza il più grande festival internazionale dedicato al cioccolato.

Eurochocolate è un evento che richiama estimatori e addetti ai lavori da tutto il mondo. E poi, proprio qui a Perugia, sono nati i celeberrimi Baci.

Eccoti preso per la gola: siamo sicuri che l’Umbria ti conquisterà anche con la sua cucina ricca e sostanziosa.