emilia romagna cosa vedere

Emilia Romagna cosa vedere e gustare

Ci troviamo a pianificare un viaggio in quella che è considerata fra le più belle e ricche regioni italiane.

E quindi, prima di tutto ci chiediamo: in Emilia Romagna cosa vedere di imperdibile?

Soddisfa dal punto di vista culinario e stupisce gli occhi con la sua la magnificenza artistica.

Si può affermare che si tratta di una regione che conquista tutti i gusti.

Immergiamoci nel territorio.

Emilia Romagna cosa piace agli amanti del buon cibo italiano

Chi volesse soddisfare il proprio palato, non può non visitare Reggio Emilia.

La città sa amalgamare le antiche origini romane, i palazzi medievali e le strutture decisamente moderne.

Qui si potranno assaporare piatti tipici della città quali l’erbazzone, lo gnocco fritto da gustare assieme ad affettati freschi emiliani.

E poi i famosissimi cappelletti in brodo e  l’ ancor più rinomato Parmigiano Reggiano.

E per accompagnare queste delizie, niente di meglio di un buon vino locale.

Il Lambrusco, frizzante e spumeggiante, color rosso o rosato come l’amore per il cibo.

Emilia Romagna, cosa vedere in spiaggia

Intendete programmare una vacanza speciale? Oppure volete ottenere un’invidiabile abbronzatura sotto il sole di caldo luglio accontentando grandi e piccini?

E allora le spiagge migliori sono quelle del litorale di Rimini e Riccione!

Questa città è perfetta per i più giovani, con l’operosa vita mondana.

Discoteche e locali notturni sono aperti tutta la notte da giugno a settembre.

Sono il giusto completamento by night della vasta gamma di attività che si possono svolgere sulla sabbia durante le ore diurne.

Per i più piccoli, Rimini offre un innovativo Aquapark che si sviluppa in una serie di gonfiabili galleggianti posti in mare per una lunghezza complessiva di 100 metri.

Al suo interno, offre mini corsi ed eventi, come il “Mermainding” o  dimostrazioni di salvataggio con gli amici a quattro zampe.

Ma non scordiamoci del meritato riposo per gli adulti, che potranno scaricare lo stress e la fatica alle terme, situate direttamente sulla spiaggia.

Una struttura termale che offrirà  un gran numero di servizi benessere, terapeutici e salutari.

L’ ideale per rilassarsi ma anche per divertirsi con attività ludico-sportive.

A Rimini città avremo inoltre la possibilità di visitare il Tempio Malatestiano, famoso luogo di culto, espressione significativa del Quattrocento italiano.

Se già all’esterno ci offre una visione squisita dello stile rinascimentale, all’interno possiamo trovare una serie di opere pittoriche e scultoree di grandi artisti.

Come Leon Battista Alberti e Piero della Francesca che ci dipingerà sul volto espressioni di pura meraviglia.

Rimini si rivelerà una fra le località emiliane da non perdere assolutamente, dai suoi aspetti più mondani a quelli di rilevante importanza storico-artistica.

Uno fra i migliori luoghi da visitare in Emilia Romagna.

Parchi tematici della riviera romagnola

Da Ravenna a Cattolica, passando per Rimini e Riccione, avremo la possibilità di girare fra alcuni dei più famosi parchi a tema italiani.

A Ravenna, troviamo prima in lista Mirabilandia, ideale per famiglie e per giovani.

All’interno del suo vastissimo parco, che supera gli 800.000 metri quadrati, offre attrazioni spettacolari, ad alta quota e velocità.

Ma anche ristoranti, negozi, spettacoli ed eventi di ogni tipo, da quelli con scopi ludici, a quelli di tipo informativo-scolastico.

A Rimini, di cui abbiamo già parlato come attrazione in sé, possiamo visitare tutta l’Italia in un giorno. Come? Grazie al parco “Italia in miniatura”.

Un parco che rappresenta l’Italia in versione “mini”, dove potremo camminare fra il Colosseo e trovarci poco dopo ad osservare i nuraghi sardi.

Per poi passare alla Valle dei Templi di Agrigento, e un po’ più in là trovarci ad ammirare il Duomo di Milano.

A Riccione potremo immergerci nella natura grazie a Oltremare.

Qui potremo vedere i delfini, e scoprire come questi mammiferi possano diventare i migliori amici dell’uomo.

Si potrà prenotare anche un’escursione guidata al tramonto nella “Baia dei delfini”, dove si potrà trascorrere la notte vegliati da queste incredibili creature.

E sebbene questi animali siano i protagonisti indiscussi del parco, ci si diverte anche con diversi altri come uccelli rapaci, pony, alligatori attraverso la prenotazione di specifici corsi.

Infine, a Cattolica, visiteremo il famosissimo acquario della città, dove trascorreremo il tempo immersi fra le vasche e impareremo a conoscere la vita marina.

L’intero insieme di vasche, che ricreano la forma di una nave, ospitano più di un migliaio di esemplari e specie diverse, suddivisi in percorsi suggestivi.

Il punto forte di questo parco, sono sicuramente gli squali, che sarà possibile osservare in tutta la loro maestosità.

Un’occasione più unica che rara per avvicinarsi all’universo di questa specie che crea tanta curiosità.

Dal piacere del divertirsi, al piacere degli occhi

Emilia Romagna, cosa vedere? Ovviamente, Bologna.

Bologna, capoluogo di regione, città che offre studio, stupore visivo, squisitezza di sapor.

E che, sopratutto, porta con sé una lunga storia, conservata nel suo magnifico centro storico.

Passeggiando per le vie, sarà possibile osservare i numerosi portici della città, sorti grazie all’espansione che questa ebbe nel Medioevo.

In totale, superano i 38 chilometri di lunghezza, e  attualmente sono candidati alla lista dei luoghi patrimonio dell’UNESCO.

Fra le architetture, troviamo diversi luoghi di culto che raccontano la storia della città.

Dagli edifici di epoca Romanica, ad antichi templi paleocristiani modificati nel corso del tempo, fino agli esempi di gotico francese trapiantato in Italia.

E all’interno tutti i maggiori artisti del passato hanno lasciato la loro traccia, da Nicola Pisano a Michelangelo, da Niccolò dell’Arca a Cimabue.

E nonostante la città sia piena di costruzioni architettoniche, c’è un largo spazio alle aree verdi.

Come il Giardino Margherita, con la statua equestre di Vittorio Emanuele II, e l’orto botanico dell’Università di Bologna, considerato fra i più vecchi esistenti.

L’Università di Bologna è la più antica università di tutto il mondo occidentale.

Infatti le sue origini risalgono al lontano 1088 e ad oggi ospita più di trentadue facoltà.

Un’ottima scelta per chi volesse trarre il meglio dai propri studi.

E poi cosa c’è da vedere? In Emilia Romagna molto altro ancora!

Abbiamo finora descritto molti luoghi da vedere in Emilia Romagna

Ci siamo immersi nel territorio, riempiendoci lo stomaco con la maestria della cucina italiana.

E abbiamo colmato gli occhi della meravigliosa arte e storia racchiusa nelle diverse città della regione.

Ma ci vorrebbero le pagine di un libro piuttosto spesso, per poter raccontare tutte le possibilità offerte dalla zona.

Perciò lasciamo a turisti e viaggiatori il piacere di scoprire altre meraviglie. Sarà un’avventura da apprezzare in tutti i sensi.