Chioggia

10 cose da fare a Chioggia

Quali sono le 10 cose da fare a Chioggia? E’ una cittadina che sorge su un gruppo di isole nel sud della laguna di Venezia, la incontrate a circa quaranta chilometri dalla Serenissima. E scoprendola vi accorgerete che ce ne sono molte più di quelle che vi segnaliamo noi!

La Piccola Venezia

Potete anche chiamarla, come fanno in molti, la “Piccola Venezia”, e infatti somiglia davvero al capoluogo lagunare. Tanto per iniziare, è attraversata da canali, anche qui ci sono i ponti e non mancano gli edifici che hanno parecchie storie da raccontare. Il simbolo della città è un leone rampante rosso su sfondo argento.
Chioggia ha origini antiche, anzi antichissime e, certamente, esisteva già in epoca romana.
Il centro storico della città, se osservato dall’alto, appare a forma di lisca di pesce e questo completa l’insieme delle similitudini con Venezia.

Se, a questo punto, vi sentite attratti dal fascino di Chioggia, non resistete e partite verso l’Adriatico. A darvi delle indicazioni utili ci pensiamo noi!
Ecco, intanto 10 cose da fare a Chioggia, 10 buoni motivi per una visita alla Piccola Venezia.

1) 10 cose da fare a Chioggia: visitare la Cattedrale

Il Duomo di Santa Maria Assunta ha origini antichissime e risale infatti al XI secolo. Era di sicuro un luogo affascinante, soprattutto perchè impreziosito da marmi e opere d’arte. Purtroppo però, nel Natale del 1623, un violento incendio la distrusse.
Al suo posto oggi troviamo l’attuale Cattedrale, progettata da Baldassare Longhena nella prima meta del XVI secolo. Il luogo di culto ha ora uno stile barocco, con il tipico schema interno a croce latina. In particolare, soffermatevi a osservare il pulpito di Bartolomeo Cavalieri, scolpito in un candido marmo e poi ammirate anche l’antico organo a canne. Il campanile, in stile romantico, è alto 64 metri. L’ingresso è gratuito.

2) Passeggiare lungo Corso del Popolo

Il Corso è lungo poco meno di un km e conduce da porta Garibaldi alla laguna. Prima di tutto però, vi conviene trovare un parcheggio comodo perchè, per metà, è pedonale.
Rappresenta il centro commerciale e sociale di Chioggia, una sorta di piazza-strada. Tra le 10 cose da fare a Chioggia questa è una delle prime! Ci si può immergere nella vita quotidiana della cittadina e scegliere di fermarsi in uno dei ristoranti tipici oppure entrare in un bar. Tutto intorno vedete edifici in stile veneziano come il Palazzo comunale e la Chiesa di Sant’Andrea. Il campanile bizantino cela un piccolo tesoro: il museo dell’orologio.

3) Il Museo dell’Orologio

Il Campanile di Sant’Andrea, come abbiamo detto, si incontra lungo Corso del Popolo e custodisce un orologio unico e antico, risalente al XIV secolo. La Torre, un’opera militare di epoca romano-bizantina, veniva utilizzata come faro. È possibile visitare il museo all’interno della torre campanaria, distribuito in sei piani: il primo piano percorre la storia dell’orologio, il secondo raccoglie le mappe della città e della Chiesa di Sant’Andrea, nel terzo e nel quarto sono raccolti gli ex-voto in argento dedicati alla Madonna dell’Addolorata, una raccolta di orologi da tasca e la stola del Cardinale Aristide Cavallari. Ma il fiore all’occhiello del museo è, in realtà, l’orologio medioevale. Dall’ultimo piano del campanile si può ammirare una splendida vista, che spazia da Chioggia verso la laguna veneziana. L’offerta è libera.

4) Cosa vedere a Chioggia: Piazzetta Vigo

Se avete percorso fino in fondo il Corso del Popolo, vi trovate in Piazza Vigo che si affaccia sulla laguna. La Colonna di Vigo che domina la piazza e le dà il nome, risale al 1786 ed è stata costruita in marmo greco. La Colonna regge un Leone di San Marco, rinominato “el gato de Ciosa” (il gatto di Chioggia) poiché è di dimensioni più piccine del tipico Leone veneziano. E questo gatto è spesso oggetto di presa in giro per i chioggiotti, fatevi raccontare il perchè da qualcuno del luogo.

5) 10 cose da fare a Chioggia: fotografare il Canale della Vena

Non potete resistere e qui sicuramente scattate qualche immagine del Canale più pittoresco della città. E’ cavalcato da nove ponti (Vigo, Sant’Andrea, Pescheria, Filippini, San Giacomo, Scarpa, Zitelle, Cuccagna). S’interseca con diverse calli e ospita barche colorate di piccola stazza, scorrendo parallelo a Corso del Popolo.

6) L’autentico spirito chioggiotto? Andate al Mercato del Pesce

Il Mercato, tra Calle della Vena e Corso del Popolo, ospita una trentina di postazioni di pescivendoli, chiamati “mognoli”. Il pesce fresco viene distribuito dal Mercato Ittico all’ingrosso ogni mattina, un po’ resta a Chioggia, ma molto viene spedito ad altri mercati nazionali e internazionali. Il Mercato Ittico, nato nel 1960, è uno dei più importanti della penisola e il principale della laguna veneta. Tratta prodotti freschi, conservati, surgelati, affumicati, essiccati. Il Mercato è un’istituzione antica che racchiude in sè tutta l’atmosfera di Chioggia.

7) La Chioggia d’amare: la Chiesa di San Domenico

Si trova su un’isoletta che si raggiunge attraversando l’omonimo ponte. Risale al XIII secolo, ha subito varie modifiche ed è stata restaurata nel XIX secolo. È custode di prestigiose tele, tra cui il “San Paolo”, ultima opera del pittore Carpaccio, “Santi” di Tintoretto e “Battaglia contro gli Albigesi di Damini. L’altare maggiore è dominato dal Grande Crocifisso alto quattro metri, oggetto di culto dei pescatori. Vicino alla chiesa si trovano l’ex Lazzaretto e l’ex convento domenicano. Il campanile del 1300 rispecchia molte caratteristiche dello stile romantico.

8) 10 cose da fare a Chioggia: visitare il Museo Civico della Laguna sud ”San Francesco fuori le mura”

Si trova al termine del Canale della Vena e rappresenta il legame fra Chioggia e il mare. Vi troverete esposte collezioni archeologiche ed etnografiche.E’ accolto nell’ex convento di San Francesco sconsacrato nel 1806. L’edificio, nel tempo, ha avuto funzione di magazzino militare, mercato frutticolo, ricovero per sfollati e deposito per autobus. È operativo come museo dal 1997. Si sviluppa su tre piani: il piano terra raccoglie reperti delle epoche preromana e romana, il primo piano espone collezioni e testimonianze di epoca medioevale, rinascimentale e moderna. Il secondo piano ospita una mostra marineria e cantieristica dal 1700 ai nostri giorni. L’ingresso è a pagamento.

9) Le escursioni alla scoperta della laguna

Chi ha voglia di un tour in barca può scegliere una delle escursioni nella laguna veneta, conoscere i canali della città di Chioggia e le meraviglie che la circondano. Si possono visitare il Canal San Domenico, Canal Lombardo, il mini Mose, il relitto Notios Hellas (nave abbandonata), Stella Maris. E poi ci sono le isole come Poveglia, adibita a lazzaretto e, in seguito, a manicomio, ora viene chiamata isola dei fantasmi. Da Chioggia si può raggiungere anche l’isola di San Servolo dove sorge un antico monastero benedettino, diventato prima ospedale militare poi ospedale psichiatrico maschile, nel quale ora si trova il Museo della Follia. Le escursioni costeggiano le isole fino a Sottomarina, una sorta di sorella per Chioggia.

Sottomarina è una località turistica. La spiaggia si estende per 5 km, dalla diga di San Felice presso la bocca del porto della Piccola Venezia alla diga della foce del fiume Brenta. Con la bella stagione si animano i molti stabilimenti balneari, e si soggiorna in hotel e campeggi. Non mancano ristoranti, occasioni di divertimento, locali ed eventi. È metà di molti turisti, a una ventina di km da Venezia.

10) 10 cose da fare a Chioggia: un tuffo nelle tradizioni locali

Prima di tutto, parliamo della tavola e delle tipicità locali a base di pesce, che sono servite nei migliori ristoranti della città. E poi si consulta il calendario degli eventi ricco di appuntamenti suggestivi. Un po’ come sedersi tra i chioggiotti e sorseggiare uno spritz, sempre una buona occasione per rilassarsi in compagnia, entrando a far parte di un rito sempre in voga.