fontana

10 cose da fare a Palermo

Capoluogo della Sicilia e patrimonio dell’Unesco, la città e’ incredibilmente ricca di cultura, monumenti, chiese e opere d’arte. Perciò è piuttosto difficile scegliere solo 10 cose da fare a Palermo. Per i piu’ “pigri” risulterà comunque di certo incoraggiante sapere che molto è racchiuso nel centro storico. Forse molti non lo sanno ma e’ il piu’ grande d’Europa.  
Pronti per conoscere un po’ meglio Palermo e le sue bellezze?

1: Gli affreschi e i mosaici di Palazzo dei Normanni

Uno dei monumenti di certo piu’ visitati  situato in Piazza Indipendenza, e’ Palazzo dei Normanni. Meglio conosciuto come il Palazzo Reale, è una reggia ricca di affreschi e mosaici raffiguranti la caccia.
Il gioiello di questo palazzo e’ la Cappella Palatina, commissionata da Re Ruggero II per ospitare le messe della famiglia reale. E’ decorata con mosaici d’oro sia nel soffitto che nelle pareti.        

2: 10 cose da fare a Palermo: visitare la Cattedrale

Non molto lontano da Palazzo dei Normanni ci appare la spettacolare Cattedrale di Palermo. Costruita intorno al 1185, è stata edificata su un edificio gia’ esistente di culto musulmano. Voluta dell’arcivescovo Gualtiero Offamilio, è stata dedicata alla Santa Vergine Maria Assunta.
La struttura è stata modificata nel corso dei secoli. Nel XVI° sono state aggiunte quattro torri campanarie e, tra il XV° ed il XVI° secolo, sono stati costruiti il portico meridionale e settentrionale.
E’ possibile visitare anche la cripta, dove si trovano le tombe imperiali e reali di Federico II, Enrico VI. E poi l’imperatrice Costanza, Ruggero e la stanza del tesoro. Qui si puo’ ammirare una collezione di gioielli reali provenienti dal 12° secolo.

3: i mosaici della Chiesa della Martorana

Una delle chiese bizantine piu’ belle in Italia è stata costruita nel 1143 dall’ammiraglio Giorgio d’Antiochia: la Chiesa della Martorana.
Nella parte superiore delle pareti e nella cupola si possono ammirare magnifici mosaici bizantini. La decorazione centrale e’ l’immagine di Cristo Pantocratore,  circondata da arcangeli, apostoli, santi e profeti.
Altri mosaici raffigurano la nascita di Gesu’, il Transito di Maria, l’Annunciazione e la Presentazione al Tempio. Accanto,  la Chiesa di San Cataldo è stata fondata nel 1200 e caratterizzata da tre cupole rosso  intenso. Le cupole la rendono riconoscibile da qualunque punto della citta’.     

4: tra le 10 cose da fare a Palermo anche una visita a Piazza Pretoria

Piazza Pretoria è detta anche Piazza della Vergogna per la fontana realizzata nel 1554.
La fontana infatti è ricca di statue in marmo che raffigurano divinità e figure mitologiche. Venere, Ercole e Apollo mostrano le proprie grazie proprio di fronte al monastero delle suore di clausura di Santa Caterina.
Costruito nella seconda meta’ del 1800 troviamo poi il Teatro Massimo.
Per il suo aspetto esterno ci ricorda un tempio greco. Ricco di decori pregiati e lavorazioni laccate in oro e’ il piu’ grande teatro lirico in Italia e uno dei piu’ importanti d’Europa.             

5: il passato riemerge al Museo Archeologico

Nei dintorni del Teatro Massimo, all’interno di un antico palazzo, si trova il Museo Archeologico Regionale di Palermo. Diviso su tre piani, accoglie una spettacolare collezione di opere di epoca etrusca, romana, egizia e greca. Alcune provengono dal Tempio di Selinunte.
L’ambiente esterno con splendidi cortili, alberi e fontane rinfrescanti offre attimi di tranquillita’. L’entrata al museo e’ gratuita, percio’non si puo’ perdere l’occasione di visitarlo!

6: tra le 10 cose da fare a Palermo, l’arte del Museo Regionale

Il Museo d’Arte Regionale della Sicilia, presso il palazzo gotico catalano Palazzo Abatellis ospita un’importante collezione di dipinti,statue e affreschi. Tra queste il Trionfo della Morte e l’Annunciazione della Vergine.                                                                                                 
Per chi non si spaventa, le Catacombe dei Cappuccini custodiscono, tra le altre, le spoglie di frati, personaggi famosi e ricchi palermitani.
I corpi mummificati quasi intatti e molto riconoscibili sono circa ottomila, per la maggior parte esposti.
La piu’ famosa e meglio conservata e’ Rosalia,una bambina di due anni morta di polmonite. Sembra quasi stia dormendo da quanto bene si sono conservati viso e capelli.

7: relax e natura al Foro Italico e all’Orto Botanico

Per una pausa tra un monumento e l’altro, potete andare al Foro Italico, grande giardino pubblico quasi in riva al mare. Potrete passeggiare nel bel lungomare oppure rinfrescarvi all’ombra degli alberi.
Piace in particolare a chi viaggia con i bambini piccoli perchè qui c’è un parco giochi e prati per correre e giocare.                                              
A pochi passi dal Foro Italico, nel verde, si trova l’orto Botanico di Palermo dove passeggiare all’ombra dei viottoli e rinfrescarsi un po’.
Un’immersione tra alberi e piante mediterranee ed esotiche, alberi da frutto come limoni, aranci e più serre.
L’albero piu’ celebre di tutto il giardino e’ un gigantesco ficus dai rami intrecciati.                                                                                           
Per chi ama il mare e stare sdraiati al sole, non puo’ mancare una visita alla spiaggia di Mondello.
Dista solo 11 km dal centro citta’, con spiagge bianche finissime, il mare cristallino, oltre a viali alberati, bar, ristoranti e strutture ricettive da far ricordare le spiagge caraibiche.        

8: I mercati inclusi nelle 10 cose da fare a Palermo

La città siciliana e’ conosciuta non solo per i suoi splendidi monumenti ma anche per i mercati popolari.
I piu’ grandi sono Vucciria, Capo e Ballarò, che e’ il mercato piu’ antico. Qui si trovano a prezzi imbattibili frutta, verdura, ortaggi, carne, pesce ma anche articoli di uso domestico per la pulizia della casa e la cucina.

 9: la pasticceria palermitana è un paradiso per i golosi di ogni età

Per l’immensa gioia dei buongustai, la pasticceria è spesso definita la più invitante del mondo. Le vetrine mostrano un tripudio di squisitezze.
Cannoli, cassate, pasticcini alle mandorle sono tre dei punti di forza dell’arte pasticcera cittadina. Meritano sicuramente almeno un assaggio.

10: lo street food è una delle 10 cose da fare a Palermo

Non vogliamo dimenticare che Palermo e’ la capitale dello Street Food. IL cibo di strada conquista tutti.
Gli arancini,la meusa (panino con la milza), la focaccia morbida con pomodoro e caciocavallo (lo sfincione), lo stigghione (budella di vitello) e le schiacciatine fritte con farina di ceci (le panelle).                                       
Per smaltire tutte le calorie accumulate non vi resta che continuare a cammminare tra le meraviglie della città.
Oppure, se siete amanti della vita notturna, potete buttarvi in pista a ballare. Come al celebre Carpe Diem frequentato anche dai vip.
L’arredo etnico, il giardino con i pappagalli e l’acquario di piranha rendono tutto ancora piu’ unico.
Un’altra discoteca in centro città è Tasmira che prende il suo nome dalla figura fantastica della regina dei draghi.
Tanti altri sono gli svaghi e i punti di ritrovo, e altrettante sono le bellezze da ammirare. Questa splendida città ti lascia a bocca aperta e ti entra nel cuore per non lasciarlo piu’!      
Valigia pronta? Si parte!