parchi per bambini

Parchi per bambini: ecco i migliori

I parchi per bambini sono un ottimo motivo per una gita o un indirizzo utile vicino ai luoghi di vacanza. Sono luoghi ricchi di attrazioni, spesso immersi nella natura, con cornici panoramiche memorabili. A volte hanno anche valenza culturale ed educativa. Le famiglie possono trascorrere ore spensierate, tutti insieme. Parchi a tema, scivoli, piscine, minigolf oppure riserve naturali dove scoprire l’ambiente e le meraviglie di flora e fauna. All’interno dei parchi per bambini solitamente si trovano aree attrezzate per il gioco e la cura dei più piccini, oltre a spazi dove fare piacevoli picnic. In alcuni casi, è possibile acquistare vantaggiosi abbonamenti per tornare più giorni a divertirvi o fare passeggiate.

I parchi divertimento italiani dedicati ai bambini

Si tratta di un settore che ha iniziato a diffondersi a partire dalla metà degli anni ’60. In quegli anni infatti sono state inaugurati parchi dedicati al divertimento e con un target principalmente familiare. Stiamo parlando, per esempio di Edenlandia a Napoli, costruito nel 1964. Ma anche del romagnolo Fiabilandia, aperto l’anno successivo a Rivazzurra di Rimini.
All’inizio tutte e due queste strutture erano assolutamente semplici. Cioè in grado di offrire per lo più delle attrazioni tipiche del luna park. Oppure si trattava di semplici parchi giochi per bambini.

L’esempio di Disneyland e la nascita di Gardaland

Intorno alla metà degli anni ’70, un gruppo di imprenditori veneti, che operavano all’interno del settore degli spettacoli viaggianti, hanno fatto un lungo viaggio in California. E uno di loro è rimasto particolarmente colpito dal successo che stava riscuotendo Disneyland. Per questo motivo hanno deciso di unire le loro forze e a investire su un progetto ambientato in Italia. E cioè hanno ideato qualcosa di simile che aveva come cornice una località nei pressi del Lago di Garda. E’ stato così che nel 1975 nasce il celeberrimo parco di divertimenti che prende proprio il nome dal lago vicino. Gardaland infatti è stata creata per ricreare un parco divertimenti sull’esempio di quello americano.

E dopo Gardaland il settore si evolve e nascono altri parchi per bambini

Così, nel corso degli anni, il settore dei parchi divertimento in Italia si è evoluto sempre di più. Tanto che gli introiti hanno iniziato a raggiungere cifre molto elevate. Così sono nate, progressivamente, tante strutture sempre più diversificate nel loro genere. Acquapark, giardini zoologici e zoo safari, acquari e parchi tematici. Oggi, i luoghi di intrattenimento nel nostro paese sono parecchi. E sono per lo più rivolti ad una utenza locale. In realtà, non mancano posti più importanti in grado di attirare i turisti da quasi tutta Italia. Come, ad esempio, Mirabilandia, situato alle porte di Ravenna. E Movieland  a Lazise sul Lago di Garda. Poi Rainbow MagicLand e Cinecittà World, localizzati nei pressi di Roma. Infine citiamo Etnaland, il parco divertimento più grande del Sud Italia.

L’acquario di Genova

Stiamo parlando del più grande acquario d’Europa, che ospita 12.000 animali, in oltre 71 vasche e 200 specie vegetali. Si possono vedere, per esempio, la baia degli squali, i pinguini, le tartarughe, i mammiferi marini e visitare il Giardino Botanico e il Museo del Mare. Anche, su richiesta, con la guida di un esperto biologo.

Veneto

Gardaland

Inaugurato nel 1975 e situato nel comune di Castelnuovo del Garda, in provincia di Verona, Gardaland è il più grande parco divertimenti d’Italia. E offre attrazioni e spettacoli per tutte le età e per tutti i gusti, inseriti in aree tematizzate altamente scenografiche. All’ingresso si è accolti da Prezzemolo, l’incredibile mascotte, il draghetto verde dalla chioma rossa, simbolo del parco. E ci si trova così da subito immersi nella prima area del parco dedicata al Medioevo. Qui si trova il Castello di Mago Merlino in cui ha luogo uno spettacolo unico fatto di vari incantesimi. E poi la Giostra Dei Cavalli e il Transgardaland Express. Oltre a tantissime altre attrazioni che aspettano qualsiasi ospite di ogni età.

Prima era Aqualandia ora è Caribe Bay

Il parco, di natura acquatica, è sicuramente da annotare tra quelli di altissimo livello. E, dal 2019, ha cambiato il nome da Aqualandia a Caribe Bay. Scenografie e ambientazioni sono ricreate con molta cura per i particolari ed è per questo motivo che riceve molti riconoscimenti. Il parco acquatico numero uno d’Italia è suddiviso in varie aree tematiche e presenta varie attrazioni, eventi, spettacoli e intrattenimento. Basti citare il Captain Spacemaker che, con i suoi 42 metri d’altezza, è lo scivolo più alto d’Europa.

Mirabilandia, il parco per bambini in Romagna

Inaugurato nel 1992, Mirabilandia è il Parco divertimenti più famoso di Ravenna. Ricco di verde, è diviso in sette aree tematiche, di cui una acquatica. E si estende su una superficie di 600.000 mq. Le due diverse mascotte del parco sono il papero Mike ed il coniglio Otto, che si possono incontrare spesso passeggiando in tutta tranquillità. Molte sono le attrazioni, da quelle per i più piccoli a quelle adatte a tutta la famiglia e dedicate ai più coraggiosi.

Italia In Miniatura: dove ci si sente giganti

Situato a Rimini, il Parco Italia in Miniatura è un parco tematico con attrazioni meccaniche e spettacoli. La sua caratteristica principale è il percorso di miniature. Qui si trovano le riproduzioni in scala di 272 monumenti rappresentativi del patrimonio architettonico, storico e culturale del nostro paese. È così quindi possibile passeggiare fra il Duomo di Milano, S. Apollinare in Classe di Ravenna. Ma anche la Cattedrale di Santa Maria del Fiore di Firenze, la Basilica di S. Pietro e il Colosseo di Roma. Fino a raggiungere la bellissima Agrigento nella terra di Sicilia.

Una visita al Bioparco di Roma

Il Bioparco, nato come classico zoo nel secolo scorso, ha subito negli anni diversi interventi di rinnovamento. Fino a presentarsi com’è oggi: un parco che ospita circa 200 specie animali. Ci sono mammiferi, uccelli, rettili e anfibi provenienti dai 5 continenti.

A Napoli per Edenlandia

Lo storico parco divertimenti di Napoli è stato inaugurato nel 1965 e chiuso nel 2012. Da un anno ha riaperto i battenti ed accoglie il pubblico di grandi e, soprattutto, piccini.
Da sempre ha conservato il fascino delle vecchie attrazioni storiche che sono state in parte restaurate e poi affiancate a nuove giostre.
Tra le attrazioni storiche più rinomate è tornato il divertentissimo percorso di gioco Casa delle Beffe. Oltre al Galeone Pirata e al trenino di Edenlandia. Ed, elencando, alcune delle novità successive alla riapertura, ecco una piccola pista go-kart, la ruota panoramica, gli autoscontri e il coaster Bruco.

Etnaland: parco acquatico e parco zoo

Aperto dal 2001, non è altro se non il nuovissimo Acquapark collocato a fianco del Themepark, il parco di divertimenti, e del Parco Preistorico. Un’offerta molto ricca, sia per quanto riguarda l’area compresa che per le attrazioni. Il Family Coaster Eldorado, per esempio, è alto 24 metri, mentre Kasimiro è il trenino dedicato ai piccoli. Nel Parco della Preistoria si passa attraverso le varie ere: Paleozoico, Mesozoico, Cenozoico e Neozoico. Nel Parco Acquatico si percorre un fiume impetuoso, il Dragon River. E si salta con i gommoni da una torre di 30 metri con percorso interattivo grazie al Jungle Splash. Tantissimi gli scivoli da provare. Insomma, un’emozione dietro l’altra!