visitare bolzano

VISITARE BOLZANO: UNA GUIDA ALLA CITTA’

Nonostante sia famosa soprattutto per i suoi caratteristici mercatini di Natale, visitare Bolzano è un’esperienza adatta a ogni stagione.

La città è caratterizzata dal ritmo rilassato di chi è abituato a vivere secondo i tempi della natura, che domina il paesaggio.

Bolzano ti trasporterà in un’atmosfera magica che nasce dall’incontro tra due tradizioni, quella del Mediterraneo e dell’Europa Centrale.

Visitare la città a piedi, gironzolando tra i portici e gli eleganti palazzi del centro, è il modo più semplice per scoprirne le sue bellezze e particolarità.

Se hai qualche giorno in più potrai approfittare dei numerosi hotel che offrono spa e terme nei suoi dintorni.

VISITARE BOLZANO: PIAZZA WALTHER


La visita della città non può che iniziare da Piazza Walther.

Crocevia di turisti e cittadini, dai tavolini dei bistrò è possibile godersi la visuale sugli edifici che la cingono e sul contrasto tra architetture gotiche e colori leggeri e delicati.

Grazie ai ristoranti e alle eleganti caffetterie che vi si affacciano, Piazza Walther è considerata “il salotto buono di Bolzano”.

Ed è animata da un’atmosfera vivace ma educata, che rispecchia l’energia della sua città.

È in questa piazza che ogni anno vengono ospitati i tradizionali mercatini di Natale, che attirano migliaia di visitatori da tutta Europa.

Dall’inizio dell’Avvento all’Epifania, Piazza Walther si anima di luci e colori coccolando i visitatori con la magia dell’atmosfera natalizia. E con le eccellenze dell’artigianato e delle specialità culinarie della regione.

IL DUOMO: LUOGO IDEALE DA CUI PARTIRE PER VISITARE BOLZANO

Proprio adiacente a Piazza Walther, in Piazza della Parrocchia, possiamo trovare il Duomo di Bolzano, il monumento più celebre della città.

Il Duomo rappresenta un’affascinante unione di stile romanico e gotico, ma a colpire maggiormente lo spettatore, è sicuramente l’altissimo campanile di oltre 62 metri.

Splendidi i colori della facciata, in marmo giallo e rosso, e delle tegole giallo-verdi.

Particolare interessante dell’esterno è la Porticina del Vino.

E’ un portale gotico ornato da diverse statue, tra cui spiccano quelle di due vignaioli, a sottolineare l’importanza storica della viticoltura nella tradizione altoatesina.

Avendo parlato dell’impronta gotico-romanica del Duomo, non ci si può esimere dal visitare anche la Chiesa dei Domenicani. Devi considerare che e i due edifici distano appena un centinaio di metri.

La Chiesa è, infatti, famosa soprattutto per i suo cicli di affreschi che testimoniano l’evoluzione della pittura bolzanina sotto l’influenza prima della Scuola di giotto, poi della sensibilità artistica tedesca.

PIAZZA DELLE ERBE E VIA DEI PORTICI

Poco oltre il Duomo, entriamo nel cuore commerciale di Bolzano: Piazza delle Erbe e Via dei Portici.

Fin dal Medioevo, Piazza delle Erbe ospita un colorato mercato cittadino e ancora oggi i bolzanini vengono qui per acquistare fiori, spezie, frutta e verdura.

Racchiuso tra le facciate di splendidi palazzi, il mercato ospita anche la Fontana di Nettuno.

Affettuosamente soprannominato dai bolzanini Gabelwirt (l’oste con la forchetta) sostituì il luogo della berlina, dove i condannati erano esposti alla gogna pubblica.

Aggiungiamo, inoltre, che qui si trova anche la famosa locanda “Casa Al Torchio”, decantata da Goethe.

Fermati per pranzo o per cena, è meglio prenotare e non te ne pentirai.

Da Piazza delle Erbe potrai, poi, continuare per Via dei Portici, il cuore dell’antico borgo mercantile.

Gironzolando sotto i portici ti immergerai nella storia della città.

I molti locali sotto ai portici fungevano, infatti, sia da abitazione che da magazzino, poiché si sviluppavano per almeno tre livelli sottoterra per conservare la merce.

Oggi qui si affacciano, boutique, negozi, bar e ristoranti, e se sei alla ricerca di articoli sportivi oppure il tradizionale abbigliamento tirolese questo è il posto che fa per te.

Ma ti consigliamo di alzare il naso ogni tanto. Non puoi che emozionarti di fronte a stucchi, affreschi e in alcuni casi porzioni del muro romanico originale. Il muro circondava il nucleo storico di Bolzano, ad esempio nel vicoletto del civico 51.

La struttura medievale è visibile, inoltre, in due pregevoli edifici del ‘400: il Palazzo Mercantile e l’Antico Municipio, sede dell’Archivio storico della città!

Non ti devi assolutamente perdere, infine, via Argentieri, una delle strade più caratteristiche del centro storico di Bolzano.

Il nome della via deriva da Silberhaus, la casa d’argento, un edificio costruito all’angolo con Piazza del Grano.

Gli edifici storici perfettamente conservati qui sono molti, tra questi la Residenza Troilo, che si caratterizza per la torre angolare in facciata, e la Casa della Pesa, l’antica sede della pesa pubblica.

VISITARE BOLZANO: I CASTELLI


Malgrado l’indubbio fascino del centro storico, se hai del tempo extra a disposizione, i dintorni di Bolzano offrono molte altre affascinanti opzioni. Vale a dire che puoi partire alla scoperta di laghi, castelli e fare delle belle escursioni.

Se il cielo è limpido e hai voglia di una bella pedalata, grazie alla pista ciclabile dell’Oltradige, in circa un’ora è possibile raggiungere il Lago di Caldaro.

Il lago è balneabile ed imperdibile durante la bella stagione, ma attenzione al tratto finale: non è adatto a ciclisti principianti.

Dal lungo Talvera, è inoltre possibile raggiungere Castel Roncolo.

La passeggiata, di circa 40 minuti, percorre il corso del fiume per poi arrivare, attraverso un ripido sentiero, allo sperone di roccia su cui è costruito il castello. Ma, per i più pigri, sono presenti anche navette con partenza da Piazza Walther, non temere, puoi affrontarla in tutto relax.

Il Castello è conosciuto anche come il “Maniero Illustrato”, per i suoi splendidi affreschi che inscenano scene di caccia, tornei cavallereschi e momenti quotidiani della vita cortese.

La sua allure romantica è assolutamente imperdibile e non appena si varca la soglia delle prime stanze sembra di entrare in un’altra realtà.

Nel cortile è, inoltre, presente una locanda in cui potrete assaporare la cucina trentina in una posizione bellissima, silenziosa e ricca di atmosfera.

Da non perdere, infine, Castel Firmiano, che posto su una grande roccia, all’imbocco tra due fiumi, domina la valle di Bolzano.

Nonostante oggi siano rimasti pochi elementi della struttura originaria precedente all’anno Mille, è uno degli esempi di architettura difensiva più importanti dell’Alto Adige.

Dal 2007, inoltre, la Torre Bianca del castello ospita il Messner Mountain Museum. Una raccolta di oggetti da tutto il mondo che testimoniano l’affascinante rapporto tra uomo e montagna.